0

Come essere se stessi anche al lavoro

Ciao,

tra qualche giorno saranno sei mesi dall’inizio del mio nuovo lavoro in New Vision: sono qui per mi occuparmi di marketing.

Mi scuso tanto per il mio lungo silenzio sul blog. Ho intrapreso un’avventura talmente coinvolgente che non ho trovato il tempo e l’occasione di scrivere nuovi articoli e ho pensato che invece sia giunto il momento di tornare a condividere qualche buona idea che ho raccolto.

Nella nuova azienda ho trovato un gruppo di persone incredibilmente appassionate, professionisti eccellenti e dal modo di vivere la vita molto schietto, semplice e sincero. Mi sono sentito subito a casa.

Sì perché, insomma, un posto dove si programma software di altissimo livello e in corridoio si parla in dialetto veneto è qualcosa a cui non ero abituato.

Mi è stato chiesto, dicevo, di occuparmi del marketing dell’azienda.

– “Ma io non ho mai davvero lavorato nel marketing prima!”.

– “E’ per questo che sei qui. Se avessi già fatto le cose che devi realizzare qui non ti avremmo certo chiamato”.

Beh, chiaro, no?

New Vision è il nome perfetto per questo momento della mia vita in cui ho la possibilità di mettere in pratica quello in cui più credo: siamo su questo mondo per essere felici e stare bene.

E’ così che abbiamo successo in tutto quello che sperimentiamo. Anche al lavoro ovviamente.

Ho deciso che questa volta non avrei fatto calcoli e congetture, se è capitato che la mia vita si incrociasse con quelle delle persone che oggi vedo tutti i giorni un motivo c’è sicuramente.

Quindi.

Per me il marketing è in sostanza fare in modo che sempre più persone facciano proprie le tue idee. E comprino il tuo prodotto.

Sembra facile ma è un’arte complicatissima.

In genere credo poco alle persone che cercano di vendermi qualcosa, ho sempre l’impressione che mi nascondano qualcosa, che si disinteressino delle mie reali esigenze e siano piuttosto più concentrati sul loro obiettivo di vendere, appunto.

Acquisto a piene mani invece quando mi sento coinvolto dall’idea, dalle possibilità di un prodotto, dalla filosofia con cui è stato creato, quando mi piacciono le persone che l’hanno inventato, se capisco che mi posso fidare. Posso anche arrivare a diventare amico di chi mi coinvolge nella sua passione e condivide con me la sua visione delle cose attraverso il prodotto che ha realizzato. E che mi ha appena venduto, o meglio che io ho appena comprato perché ho sposato la sua causa!

Il mio Maestro dice che ognuno di noi in base al proprio dialogo interiore attira le persone, le situazioni e tutto quanto accade nella sua vita.

Perché non dovrebbe succedere lo stesso anche per un gruppo di persone che lavora insieme?

Dobbiamo quindi avere chiara la nostra causa per poter attrarre persone entusiaste di diventare nostri clienti.

Nelle prime settimane quindi ho cercato di capire quale fosse l’identità della mia azienda e ho cominciato intervistando i fondatori di New Vision Nicola, Dario e Alberto.

Ho comprato della birra e delle patatine, ho acceso una telecamera e mi sono fatto raccontare tutto quello che è successo da quando l’azienda è nata fino a oggi. Volevo conoscere tutti gli aneddoti, gli esperimenti, le delusioni e i momenti di esaltazione.

Che cosa ha guidato un piccolo gruppo di persone a lavorare così intensamente per tanti anni? Qual è l’identità di questa tribù di appassionati di tecnologia?

Il nostro marketing partirà da qui. Dal cuore più profondo e meno raccontato, almeno fino ad oggi.

Le persone non si innamorano di quello che facciamo. Si innamorano del perché lo facciamo.

Prendiamo consapevolezza di chi siamo, delle nostre motivazioni profonde, dei nostri desideri.

E condividiamoli con tutti.

Ci saranno tantissime persone che saranno felicissime di fare parte della nostra tribù: qualcuno vorrà collaborare con noi, altri forse vorranno sostenerci, molti sposeranno la nostra causa e il nostro stile acquistando anche i nostri prodotti, molti vorranno semplicemente uscire a bere una birra con noi, giocare a calcetto balilla o gareggiare con i kart insieme a noi.

Ho la grande fortuna di poter essere pienamente me stesso anche al lavoro. Questa è la mia nuova vita, la mia “Nuova Visione”.

Tommaso

Leave Your Response

* Name, Email, Comment are Required

Cerca

Iscriviti alla newsletter

Facebook